Tags:
create new tag
view all tags

Relazioni sulle visite effettuate da ricercatori

invitati su fondi amministrati dalla Commissione

Scientifica

Anno 2005

Tiziana Calamoneri per Richard B. Tan

Il prof. Richard B. Tan (Univ. of Science & Arts of Oklahoma, USA e Utrecht University, the Netherlands) è stato ospite dell'Università "La Sapienza" per tutto il mese di Novembre 2005 grazie ad un finanziamento "Professori visitatori" dell'Ateneo e ad un co-finanziamento della Commissione Scientifica del Dipartimento di informatica. Durante il periodo di permanenza in Dipartimento, il Prof. Tan ha collaborato con la Dott.ssa Calamoneri e con il Dott. Fusco su problemi di assegnamento di frequenze, e con la Dott.ssa Calamoneri e la Prof.ssa Massini sulla riarrangiabilità di topologie di interconnessione. I risultati di queste collaborazioni sono ancora in fase di stesura. Il Prof. Tan ha anche presentato un seminario dal titolo "Radio Coloring Problems" all'interno del ciclo di seminari SIA.

Claudia Malvenuto per Benoit Larose

Benoit Larose Concordia University Department of Mathematics and Statistics Montreal-Canada. Durata della visita: dal 14 al 30 maggio 2005.

I principali interessi di ricerca del Prof. Larose sono: la teoria dei grafi, l'algera universale, la teoria della complessità computazionale. Durante la sua visita, il prof. Larose ed io abbiamo studiato un problema posto da M.-P. Schutzenberger riguardante un noto algoritmo di svuotamento dei tableaux di Young (cfr Knuth "Permutations, Matrices and Generalized Young Tableaux"). Abbiamo cominciato ad affrontare la congettura, e risolto un caso iniziale. Nel gennaio 2006 mi recherò a Montreal, su invito del prof. Larose, per proseguire questo lavoro. Il prof. Larose ha anche tenuto un seminario dal titolo: "Hard Constraint Satisfaction Problems and Homotopy Groups of Graphs".

Rossella Petreschi per Stephan Olariu

Il prof. Stephan Olariu (Old Dominion University, Norfolk, VA - USA) e' stato ospite dell'Università La Sapienza nel periodo 3 /05-25/05 2005 grazie ad un finanziamento "Professori visitatori" dell'Ateneo ad un co-finanziamento della Commissione Scientifica del Dipartimento di informatica.

Il prof. Olariu è uno dei massimi esperti internazionali nel campo delle reti senza fili e durante il periodo di permanenza in dipartimento ha lavorato al problema della L(h,k)- colorazione ristretto a classi di grafi caratterizzati da proprietà di ordinamento sull'insieme dei nodi. La versione decisionale del problema della L(h, k) colorazione, particolare problema di assegnamento di frequenze, è in generale NP-completa, per questo è importante studiare quei casi in cui il problema può essere risolto in modo efficiente. Insieme al prof Olariu hanno collaborato, oltre alla prof.ssa Petreschi , anche la dott.ssa Calamoneri e il Dott Caminiti e i risultati di questo lavoro si stanno ora completando prima di sottoporli a pubblicazione.

Il Prof Olariu ha anche presentato un seminario dal titolo" Information assurance in wireless sensor networks" che ha suscitato l'interesse di tutti i dottorandi, in particolare quelli che lavorano nel campo della sicurezza e delle reti.

Novella Bartolini per Krishnamurthy

Il Dr. Krishnamurthy è stato invitato a trascorrere un periodo di 3 settimane a Febbraio 2005, presso il nostro dipartimento. Lo scopo della visita è stato quello di approfondire lo studio dei problemi relativi alla progettazione di architetture di rete di supporto alle applicazioni ad alto grado di interattività ed in particolare ai network games, in presenza di accesso da parte di dispositivi eterogenei e di utenti mobili. La maggior parte delle architetture commerciali per la realizzazione di giochi sulla rete è basata sul paradigma centralizzato client/ server. Tale modello è usato in virtù della sua semplicità, ma soprattutto perché garantisce la completa controllabilità della consistenza del sistema, della tariffazione e del fenomeno del cheating, ovvero del baro.

Nonostante il paradigma client/server sia il più diffuso tra le architetture per i giochi su internet, moltissimi sono i suoi difetti e la ricerca nell’area ha messo in luce come l’esistenza di un unico

server centrale attraverso il quale passa tutto il traffico generato dai giocatori, costituisca spesso un collo di bottiglia nonché un punto debole per quello che riguarda la tolleranza ai guasti. Per questi motivi, durante le tre settimane di permanenza presso il nostro dipartimento, il Dr. Krishnamurthy e la Dott.ssa Bartolini hanno gettato le basi per una ricerca sullo studio delle prestazioni e sulla progettazione di nuove architetture.

-- RiccardoSilvestri - 25 Nov 2005

Edit | Attach | Watch | Print version | History: r2 < r1 | Backlinks | Raw View | Raw edit | More topic actions
Topic revision: r2 - 2006-02-08 - RiccardoSilvestri






 
Questo sito usa cookies, usandolo ne accettate la presenza. (CookiePolicy)
Torna al Dipartimento di Informatica
This site is powered by the TWiki collaboration platform Powered by PerlCopyright © 2008-2021 by the contributing authors. All material on this collaboration platform is the property of the contributing authors.
Ideas, requests, problems regarding TWiki? Send feedback