Linguistica e Informatica

Linguistica e Informatica si sono incrociate, in realtÓ, molte volte. Se vogliamo capire bene la novitÓ del nostro oggetto di studio conviene prima di tutto collocarlo all'interno di questo territorio pi¨ ampio.

Che contiene le cose pi¨ diverse: dai CodeWorks al LiterateProgramming, dai Virus all' AnalisiTestuale , dai software che generano spam alla PerlPoetry.

Ispirandoci alla classificazione di Jakobson possiamo individuare cinque categorie principali:

1. Soggetto 2. Relazione 3. Tipologia testuale 4 .Strumento 5 .Destinatario

  • Soggetto: Umano, Digitale

  • Relazione: Produzione, Analisi

  • Tipologia: Sorgente, Finale

  • Strumento: Organico, Meccanico, Digitale

  • Destinatario: Umano, Digitale

La categorizzazione di ogni oggetto corrisponde all'attribuzione di 5 marcatori.

Alcune di queste categorie sono presenti per completezza, ma sono in effetti inutili ai fini dell'analisi. Altre potrebbero essere eliminate per semplificare la marcatura. Per esempio Ŕ possibile eliminare Analisi introducendo una nuova tipologia testuale Meta.

O si pu˛ eliminare la colonna Strumento (che pu˛ essere ristretto a Digitale).

  • Soggetto: Umano, Digitale

  • Tipologia: Sorgente, Finale, Meta

  • Destinatario: Umano, Digitale

Questo Ŕ un primo tentativo di catalogazione degli “oggetti”, dei nodi che stanno intorno all'analisi linguistica degli artefatti digitali

U/P/S/D/U

Net art

Virus

Perl poetry

U/P/S/D/D Literate programming (Knuth)

Standard (Wirth)

Linguaggi Programmazione

Storia dei LP

D/P/F/D/U

Software per sceneggiature

Generatori di spam ...

U/P/F/M/U

Ars combinatoria (Lullo)

Poetica dei constraints (OuLiPo, Ousine Literature Potentielle)

D/P/M/D/U

Informatica umanistica (CriLet)

U/P/M/O/U

Lessicografia

Linguistica testuale

Stilistica

Retorica

Questa invece Ŕ una possibile disposizione grafica sulla quale possiamo collocare i nodi sopra elencati.

Le dimensioni sono solo due (Umano / Digitale) e sono relative a sorgente e destinatario, e gli oggetti sono tre (sorgente, finale, meta).

Si creano cosi' quattro quadranti:

  • U/U (da umano a umano)

  • U/D (da umano a digitale)

  • D/D (da digitale a digitale)

  • D/U (da digitale a umano)

-- StefanoPenge - 21 May 2007

  • Quadranti per la ricognizione:
    mappa.jpg
Topic attachments
I Attachment History Action Size Date Who Comment
JPEGjpg mappa.jpg r1 manage 39.8 K 2007-05-21 - 11:15 StefanoPenge Quadranti per la ricognizione
Edit | Attach | Watch | Print version | History: r4 < r3 < r2 < r1 | Backlinks | Raw View | Raw edit | More topic actions
Topic revision: r4 - 2018-11-28 - AlessandroBasilici





 
Questo sito usa cookies, usandolo ne accettate la presenza. (CookiePolicy)
Torna al Dipartimento di Informatica
This site is powered by the TWiki collaboration platform Powered by PerlCopyright © 2008-2019 by the contributing authors. All material on this collaboration platform is the property of the contributing authors.
Ideas, requests, problems regarding TWiki? Send feedback